I nomi delle camere e la Storia

La Locanda come pure la cittadina di Cavour trasudano un clima d’ altri tempi. Si respira in questi ambienti l’aria antica degli eventi che si sono succeduti negli anni, nei secoli e che hanno creato l’atmosfera che oggi, con cura, tutti cerchiamo di mantenere intatta. Qui si conserva la storia, lo stile, l’arredamento, la cucina, la gentilezza, le particolarità d’altri tempi. Qui si rimane ancorati al vecchio Piemonte, alla tradizione, al nostro passato comune che talvolta troppo facilmente dimentichiamo. Qui si cerca di attualizzare, ringiovanire e trasformare tutte le ricchezze della nostra regione, del nostro paese e della nostra realtà particolare, attraverso una continua ricerca del progresso e della novità, mantenendo sempre salda la base acquisita e fondamentale del passato glorioso.

Scegli la camera di un personaggio illustre

La Locanda ha ospitato personaggi famosi della storia e del mondo dello spettacolo: Giolitti aveva la propria linea del telegrafo in una stanza al primo piano, il conte Cavour durante i suoi soggiorni nella contea visitava il ristorante, Edmondo de Amicis vi scriveva i suoi racconti, Dino Buazzelli assaporava i piatti piemontesi.

Ogni camera porta oggi il nome di un celebre personaggio ospitato dalla Locanda nel corso della storia.

Non esitare a richiedere di soggiornare nella stanza dedicata a qualcuno in particolare. Se libera, ti sarà sicuramente abbinata per il tuo soggiorno presso la Posta.